Skip to content
Published 16/05/2018

L’importanza di chiamarsi Max (e di essere se stessi)

Quando ho pensato la prima volta all’idea di un podcast, mi sono chiesto: cosa potrei dire in un ipotetico primo episodio? Mi dovrei presentare, certo. E c’è forse un messaggio ulteriore che vorrei passasse da subito?

Tutto il successo che potremo raggiungere nella vita arriverà solo se siamo noi stessi.

In questa prima prova di trasmissioni, racconto un po’ della mia storia. Perlomeno la prima parte: da bambino un po’ strano e un po’ solo, a ragazzo che inizia a inseguire i suoi sogni.

Quando ho iniziato a registrarlo, non avevo ancora nemmeno trovato un nome preciso per questo podcast. Tante idee e confuse.
Però mi sono detto…
Non c’è il momento giusto per iniziare.
Non saremo mai pronti
Non avremo mai abbastanza coraggio
Non avremo mai tutte le informazioni che ci servono

Questa foto me l’ha scattata Paul Jun, che non è solo un bravissimo coach: è anche un fotografo che cattura pezzetti di anima e li mette su pellicola. O su pixel. E ha catturato il mio gesticolare e la mia mimica, come se si trattasse di un film.

Goditi questo episodio!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *