Skip to content
Published 16/05/2018

Wow! Avete davvero ascoltato per intero il mio primo episodio?

A me sembrava proprio una schifezza… Sarà che è la prima volta…

Quando ho iniziato a registrarlo, non avevo ancora trovato un nome preciso. Tante idee e confuse.
Però mi sono detto…

Non c’è il momento giusto per iniziare.
Non saremo mai pronti
Non avremo mai abbastanza coraggio
Non avremo mai tutte le informazioni che ci servono

Le fonti che ho citato durante l’episodio

Leolandia – il parco in cui sono cresciuto… come adulto e professionista.
Seth Godin – lo studioso del cambiamento, che mi ha cambiato la vita.
AltMBA – il percorso per il quale sono coach.
La Casetta delle ragazze ribelli – la mia nuova, piccola, avventura sul lago Maggiore

Le persone che ho menzionato e a cui sono molto grato

Stefania Gabrielli, la prof con cui ho dato la tesi e che mi ha introdotto all’insegnamento universitario appassionato.
Patrizia Gianfilippi, colei che mi ha “scoperto” e che ha reso a colori i sogni di un bimbo un po’ nerd.
Monica Maliga, che gestiva con dolcezza le mie (decine di) telefonate.
Fernando Solidoro, indimenticabile mago e direttore artistico di Gardaland.
Giorgio Tauber, primo direttore di Gardaland e… prossimo ospite del podcast.
Marina Murialdo, proprietaria e anima del parco Le Caravelle e mia prima “tutor”.
Fernando Velazquez & Diego Dates, che mi hanno insegnato a muovere i primi passi da apprendista direttore.
Signorina del TopoWalkie – che mi ha fatto arrivare a casa una lettera firmata da Topolino.

Qualche frase da questo episodio…

Essere simpaticamente attenti e criticamente costruttivi.

Possiamo avere una bellissima cultura di base, possiamo aver preso 30 e lode all’esame e poi, se non siamo in grado di essere empatici… È come farsi una ceretta eccezionale e poi rispondere male al ragazzo con cui usciamo la prima volta.

Sono diffidente verso il marketing esperienziale: costruito in una sala riunioni, in un consiglio di amministrazione. Si crea sul campo.

Il successo di Leolandia non è casualità, non è dato dalle giostre: è merito delle persone.

Guardatevi intorno: tra voi ci sono i professionisti di domani.

Nei parchi una cartaccia per terra si raccoglie sempre. È un atto di generosità verso noi stessi in primis.

Cura e attenzione hanno un potere trasformativo.

Ogni volta che interagiamo con qualcuno possiamo chiederci “cosa possiamo lasciare?“. Cosa ha un grande impatto senza che per noi sia uno sforzo titanico?

Internet è così potente che la responsabilità di riuscire o no, è solo nostra.

Riascolta e rivedi questo episodio

2 Comments

  1. Patrizia Patrizia

    Ascoltare questa prima parte del racconto e’ stato bellissimo ed emozionante. Ancora una volta ho respirato con te l’entusiasmo, la passione, l’energia, la positività, la fiducia e, in qualche modo, anche l’avventura. È davvero importante che un pubblico giovane sempre più ampio possa avere l’opportunità di ascoltare positivi messaggi di incoraggiamento come quelli che trasmetti nel tuo racconto. Aspetto con ansia il prossimo appuntamento.

  2. Stefania Stefania

    Complimenti Max! Le tue parole sono davvero fonte d’ispirazione, specie per una ragazza che, come dici tu, al momento nella vita ha solo una mega confusione… anche se ad essere sinceri, dal nostro primo incontro alla BIT (sono l’amica di Zanzi!), anche grazie ai tuoi consigli ho le idee un pò più chiare e affronto tutto con moooolta più positività.
    Non vedo l’ora di ascoltare il prossimo podcast =D
    THNKS!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *